A nosta moda

Prima che si diffondesse la consapevolezza di appartenere alla famiglia del francoprovenzale, i coazzesi affermavano di parlare “cuasìń”, “patuà” o “a nósta móda”. Il primo termine è molto specifico, il secondo generico, la terza espressione è per me la più bella perché il possessivo “nostro” indica appartenenza e la parola “modo” va oltre la lingua, quasi a indicare un modo di essere, una scelta culturale. Ed evoca anche il motto del campanile di Coazze “Ognuno a suo modo”, leggibile come un invito alla tolleranza, ma anche come una orgogliosa affermazione del proprio modo di essere.

Proprio per questo ho intitolato  “A nósta móda” la trasmissione che ho condotto sulla tv locale GiavenoTV dal 1984 al 2009.  Centinaia di puntate quindicinali dedicate alla parlata e alla cultura locale. Ospiti, video, approfondimenti che hanno prodotto migliaia di ore di filmati, alcuni dei quali spero di poter condividere sul sito in accordo con i titolari dell’emittente Antonella Grossi e Roberto Pallard.

Quindi sotto questa categoria potrete trovare articoli, immagini e filmati relativi alla nostra parlata e alla nostra tradizione culturale.

Videoteca EFFEPI

Noutro Dzen Patoué – il video

Storie di anime in pena, raccontate da Battistina Provenzale di Novalesa-il video

La cardatrice, racconto di Augusta Marzo – il video

Lu giàl, poesia di Marisa Usseglio Savoia – il video

Lo gal e la serp, borgata Tressi, Val Soana – il video

Videoteca GIAVENO TV

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: